CIVONLINE – Rifiuti, De Paolis (SEL): “Attenzione che non è finitia”

CIVONLINE – Rifiuti, De Paolis (Sel): “Attenzione che non è finitia”

SEL DE PAOLIS

ALLUMIERE – Gino de Paolis (Sel) torna a lanciare l’allarme sul rischio discarica ad Allumiere all’indomani delle dichiarazioni del sindaco di Roma Gianni Alemanno che ha attaccato il presidente della Provincia Nicola Zingaretti sulla questione rifiuti, scaricando su di lui la responsabilità della mancata scelta del sito per la discarica definitiva della Capitale. “Nonostante le smentite di Alemanno – attacca Gino De Paolis, capogruppo di Sinistra, Ecologia e Libertà in Provincia di Roma – durante la campagna elettorale per il Comune di Civitaveccchia, propedeutiche al raggiungimento di un consenso tra l’altro non ottenuto (la popolazione non ha abboccato),  il sindaco di Roma è tornato a parlare della famigerata ipotesi di Allumiere, dicendo testualmente: ‘Certo non posso essere io ( riferendosi al Presidente Zingaretti) ad andare ad Allumiere o a Bracciano per dire dove sarà o meno la discarica’. E’ quindi chiaro che il disgraziato protocollo d’intesa firmato con l’allora Ministro della Difesa La Russa non è stato da lui mai accantonato, anzi”.  “Il sindaco Alemanno – prosegue De Paolis – se pensa di dare seguito al protocollo d’intesa, che individuava l’ipotesi di realizzare all’interno del comprensorio militare di Santa Lucia la nuova discarica di Roma, troverà un muro insormontabile. Anche la presidente della Regione Lazio Renata Polverini ha detto decine di volte che sarebbero dovuti passare sul suo cadavere. E contro questa ipotesi si è espresso più volte il consiglio della Provincia di Roma e c’è il dissenso totale di otto Comuni del comprensorio. Alemanno continua a scaricare sugli altri la propria inettitudine, in questo caso sulle popolazioni incolpevoli. La speranza è che i cittadini di Roma decideranno di non rinnovare la propria fiducia ad Alemanno, e che al contrario la Regione Lazio sarà governata da Zingaretti, che continuerà nella  tutela e nella difesa di territori già vessati e inquinati da un punto di vista ambientale”. “Dal canto nostro – conclude De Paolis – non abbiamo mai abbassato la guardia e non ci siamo mai illusi che l’ipotesi di Allumiere fosse stata accantonata. Continuiamo ad invitare la popolazione ad essere vigili su questo tema e avvertiamo Alemanno che se continuerà a perseguire questo suo intento scellerato troverà una strenua ribellione umana e politica da parte delle popolazioni dei nostri territori”. (a.r.)

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

One Response to CIVONLINE – Rifiuti, De Paolis (SEL): “Attenzione che non è finitia”

  1. Sergio Marchetti says:

    Errare è umano, ma perseverare è…. ! A proposito dell’allarme non cessato sulla o sulle discariche di Allumiere, Bracciano e chissà quante altre, quando è che si smetterà di prendere in giro la cittadinanza, continuando a puntare sul plagio dei futuri votanti a tutti i costi?
    Quando è che un politico (indipendentemente dal colore) smetterà di scaricare sempre la colpa sugli avversari con l’unico intento di procurarsi voti? Non fa la minima differenza che si chiami Alemanno o Zingaretti.
    In questi ultimi anni, quando mai si è sentito un politico che, pur istigando alla giusta rivolta la cittadinanza, si è presa la briga di andare dalle persone contestate con delle soluzioni (che esistono abbondantemente) in grado di risolvere i problemi dei rifiuti della capitale (e dei propri, perché anche gli altri comuni li producono), di eliminare totalmente (oggi diventata una sorta di truffa legalizzata) la costosissima quanto inutile raccolta differenziata dell’”X%”, al posto di quella TOTALMENTE GRATUITA del 100%?
    Quando mai un politico locale si è preoccupato (non solo a parole) di presentare ai contestati interlocutori (assai più potenti di lui, tant’è che non l’ha minimamente spuntata) delle soluzioni gradite a tutti sia economicamente che sul piano della eliminazione totale delle morti per tumori da inquinamento da trattamento dei rifiuti.
    Dal momento che queste soluzioni esistono da quasi due anni e nessun politico le ha VOLUTE valutare, studiare e proporre, tentando di imporne l’uso per utilizzare tutti i loro molti vantaggi, quando mai la popolazione dovrebbe credere che lo stesso politico chiede il voto per fare l’interesse dei cittadini?
    Quando tempo ancora dovrà durare la sceneggiata romana dello scarica barile sulla vita dei cittadini della zona e sul nome del titolare della colpa della mala gestione dei rifiuti?
    E i cittadini stessi, quanti morti vorranno ancora contare prima di rendersi conto della reale situazione?
    La soluzione della situazione si chiama “coerenza, serietà, impegno, mantenimento degli impegni espressi in campagna elettorale” ! Se qualcuno la trova, sarò lieto di condividerla con lui.
    Sergio Marchetti, rsumarchetti@gmail.com , 349 7262025

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: