Roma – Repubblica.it – Ok alla discarica di Monti dell’Ortaccio,  la risposta delle sovraintendenze

Ok alla discarica di Monti dell’Ortaccio,  la risposta delle sovraintendenze – Roma – Repubblica.it

Ok alla discarica di Monti dell’Ortaccio,
la risposta delle sovraintendenze

Dopo il no degli enti locali, ribadito anche da Alemanno il commissario ai rifiuti va avanti. Legambiente: “Un parere pericoloso che rischia di dare un assist a Sottile”

di CECILIA GENTILE

“Nulla osta”. A sorpresa, dalle soprintendenze statali e comunali arriva il via libera alla discarica dei Monti dell’Ortaccio. È l’unico parere favorevole che il commissario ai Rifiuti Goffredo Sottile ha intascato alla conferenza dei servizi. Nonostante il no degli enti locali, ribadito ieri anche da Alemanno, Sottile va avanti.

“Nulla osta da parte di questa soprintendenza alla realizzazione del progetto nella zona della discarica denominata Monti dell’Ortaccio”, scrive il direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Lazio Federica Galloni, confortata dal parere favorevole delle colleghe Maria Rosaria Barbera, soprintendente speciale per i Beni archeologici di Roma e del Lazio, e Maria Costanza Pierdominici, soprintendente per i Beni architettonici e paesaggistici del Comune. Non ci sono vincoli paesaggistici, è la motivazione.

L’area ricade sì nel paesaggio agrario di valore, ma la discarica può considerarsi “recupero di cava dismessa”, permessa dal Ptpr, il piano territoriale paesistico regionale.

“Non c’è alternativa”, ribadisce intanto il prefetto Sottile dopo l’incontro con Alemanno. Mentre il sindaco annuncia che sta costruendo un’alternativa ai Monti dell’Ortaccio. “Quello delle soprintendenze è un parere pericoloso, che rischia di dare un assist al prefetto”, dichiara il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati. Che aggiunge: “Sconcertante il comportamento di Alemanno: il sindaco sembra appena sceso dalla luna”.

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

One Response to Roma – Repubblica.it – Ok alla discarica di Monti dell’Ortaccio,  la risposta delle sovraintendenze

  1. Sergio Marchetti says:

    Gentili interessati e particolarmente dispiaciuti dell’epilogo, è vero che la firma definitiva (che avalla l’indecenza dei Monti dell’Ortaccio) è stata apposta oggi dal Prefetto, Soprintendenza e Governo, ma per evitare di dire che era ovvio e magari infierire ancora con un “mal voluto non è mai troppo”, mi limiterò a ricordare che questa bruttissima sceneggiatura l’avevo, purtroppo, scritta io da molti mesi a più riprese, su queste pagine e sua altre similari, e ogni volta che affermavo che al di la delle ottime intenzioni, i sindaci interessati e la popolazione tutta non avrebbero avuta alcuna possibilità di vincere la guerra, pur vincendo ogni tanto qualche battaglia di poco conto e che il triste finale sarebbe stata la loro sconfitta.
    Tale previsione veniva da me anticipata ai cittadini e alle autorità locali, con la certezza assoluta del risultato, semplicemente perché (come del resto da sempre) si stavano tutti quanti limitando a contestare, in modo più o meno clamoroso e visibile, solo ripetendo sempre, a tutti e a tutto un secco “NO”!
    Per quanto quel “no” fosse legittimo per difendere Salute e Ambiente, mai nessun Comitato di cittadini o nessun Comitato di sindaci si è presentato dai contestati quanto onnipotenti Decisori, con soluzioni alternative, efficaci e a costo zero, che però, guarda caso, (so questo con assoluta certezza) ogni uno di loro (cittadini, Comitati e Amministratori) da molti mesi ha nel cassetto. Perché la situazione è stata volutamente gestita in questo modo perdente in partenza, vista la sproporzione delle forze in campo?
    Per favore, non parlatemi di precise e vincolanti leggi e regolamenti regionali o nazionali già esistenti e che impediscono soluzioni alternative da parte dei sindaci, compreso quello di Roma come maggior “produttore” (come ha candidamente già fatto una volta con me l’assessore all’Ambiente del Comune di Riano), perché sappiamo tutti che anche fare una nuova discarica sarebbe vietato per legge, salvo ovviamente ogni possibile e facilissima e frequentissima deroga per particolari necessità, urgenze e emergenze, con la quale si può azzerare sempre e facilmente QUALSIASI legge locale, regionale e nazionale.
    Sergio Marchetti
    rsimarchetti@gmail.com 349 7262025

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: