AGR on line: Maccarese, no all’impianto di biogas

AGR on line: Maccarese, no all’impianto di biogas

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

One Response to AGR on line: Maccarese, no all’impianto di biogas

  1. Sergio Marchetti says:

    Il pezzo pubblicato su AGR da EB, mi sembra l’ennesimo intervento su un argomento che “tira”, ma senza alcun costrutto e oltretutto con poca cognizione di causa, infatti:
    1. Ancora una volta si contesta qualche cosa, con NO secco ad una struttura che inquina, senza offrire a chi lo vorrebbe imporre e ovviamente ci riuscirà come per la discarica del Monti dell’Ortaccio, alla faccia di tutti i NO urlati precedentemente.
    2. Se i sigg. Paolo Calicchio e raffaele Megna hanno necessità di far vedere che si muovono per prepararsi alle nuove elezioni, ovviamente non posso sollevare obiezioni perché è del tutto legittimo.
    3. Se detti Signori avessero intenzione di muoversi contro il cattivo e “onnipotente gigante” convinti di risolvere qualche cosa, sono completamente fuori strada.
    4. Infatti non propongono ne soluzioni alternative (e ce ne sono di ottime, ma purtroppo non si documentano prima di parlare), ne sanno che biodigestori per quanto inquinanti con la combustione del gas prodotto, possono anche essere resi totalmente innocui con le nuove tecnologie che trasformano tutto ciò che dovrebbe uscire dal tubi di scarico il semplice e comune vapore acqueo.
    5. Quindi la soluzione estrema (non potendo vincere la guerra con il “Gigante” ) potrebbe essere quello di pretendere almeno da garanzia dell’inquinamento ZERO dallo stesso impianto importo dall’alto.
    6. Quindi ribadisco che la formula da perseguire non può e non deve essere (se veramente ci si muove nell’interesse dei cittadini) il NO assoluto, seguito dal silenzio, ma un netto no a qualche cosa di inadatto proponendo al tempo stesso qualche cosa di più adatto, utile e gradito a tutti.
    7. Sarebbe l’ora di farla finita anche con il consigliare la differenziazione porta a porta, visto che non solo è un aggravio notevole per le tasche dei cittadini, ma è un inutile palliativo perché differenza solo una piccola percentuale ma sempre solo una parte (non importa quanto) dei rifiuti (quindi l’altra è destinata alla discarica o al contestato Biodigestore), mentre con le nuove tecnologie si è in grado di differenziare IL 100% A COSTO ZERO.
    Far politica per il bene dei cittadini è encomiabile, ma farla documentandosi prima per ottenere i risultati desiderati, è eccezionale.
    Sergio Marchetti
    rsumarchetti@gmail.com 349 7262025

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: