L’OPINIONE – 9 AGOSTO 2012 – Il timore è che la zona industriale possa ospitare il grande digestore

Il via libera al piano regolatore non soddisfa gli ambientalisti

di FLAVIA DONATI
Una grande vittoria per il sindaco Battilocchio, infatti la Regione Lazio ha approvato il piano regolatore che permetterà la costruzione oltre che di nuove abitazioni anche della famigerata zona industriale. Entusiasta il primo cittadino collinare che vede in questa opportunità il coronamento di tutti il lavoro compiuto in questi anni anche dalla precedente amministrazione capitanata da Camilletti, ma soprattutto rappresenta una grande possibilità di crescita per Allumiere.
Dello stesso parere anche il vice sindaco Annibali che si è detto  onorato dell’occasione che ha avuto nell’essere presente alla riuscita  di questo importante risultato. Il piano regolatore punterà su due obbiettivi fondamentali: la crescita socio economica con l’espansione dell’area edificabile e soprattutto per quanto riguarda la parte economica la già citata costruzione della zona industriale.
Battilocchio e soci hanno poi convocato per domani pomeriggio il consiglio comunale, tra gli ordini del giorno i finanziamenti che Allumiere riceverà dalla Regione e dalla Provincia e il prossimo palio delle contrade.

Finalmente poi verrà discussa la delibera proposta dal movimento “No Megadiscarica” sul referendum abrogativo del piano regionale  dei rifiuti, che aveva già avuto l’approvazione prima dal comune di Cerveteri e poi da quello di Tolfa, a settembre poi verrà anche discussa a Civitavecchia, dove quasi sicuramente sarà approvata.
Il portavoce del comitato Emiliano Stefanini ha così commentato la notizia della convocazione del consiglio: «Siamo entusiasti, perché finalmente il Comune ci viene incontro». Meno felice è stata invece la reazione nell’apprendere l’approvazione del piano regolatore: «L’annuncio suscita una certa preoccupazione, perché con la costruzione della zona industriale aumenteranno le possibilità di realizzazione della discarica e del relativo impianto di compostaggio, soprattutto perché è l’unico progetto che è in programma in quell’area », ha concluso Stefanini, Leader del movimento che resta in attesa, inoltre, della convocazione della conferenza dei servizi, da parte della Regione, nella quale verrà stabilito definitivamente se Allumiere dovrà, o meno, ospitare questo mega digestore che proprio nessuno vuole nel territorio. Convocazione che a questo punto dovrebbe esserci alla fine di agosto, vale a dire al ritorno dalle vacanze estive.

(ndr:  il consiglio del 10/8/2011 ha approvato all’unanimità la mozione del Comitato per l’abrogazione parziale del Regionale del Rifiuti, altro passo importante per combattere l’attuale malsana gestione dei rifiuti del Lazio)

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

One Response to L’OPINIONE – 9 AGOSTO 2012 – Il timore è che la zona industriale possa ospitare il grande digestore

  1. Sergio Marchetti says:

    Non mi sembra che quello del megadigestore che potrebbe essere inserito nella zona induatriale di Allumiere, si l’unico progetto disponibile, anzi più persone sanno, più che bene, e conoscono quali altre possibilità alternative, a inquinamento zero, possano esistere per risolvere il problema una volta per tutte, oltrettutto con l’aggiunta di consistenti vantaggi economici sia per la cittadinanza che per il Comune.
    Dr. Sergio Marchetti 3497262025
    rsumarchetti@gmail.com

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: