L’OPINIONE 18/07/2012 – Il movimento “No discarica” non ha gradito la lettera del vice sindaco

“Pubblichiamo l’articolo dell’Opinione del 18/07/2012”

Il Comitato sfiducia Annibali «Anche lui è un voltagabbana»

di FLAVIA DONATI – L’Opinione

_________________________
L’amministrazione
avrebbe provato
fino all’ultimo
a modificare la delibera
_________________________
La prossima tappa
sono gli stati generali
e un referendum
per tutto il territorio
_________________________

 

«Non si può difendere l’indifendibile».
Dura la risposta di Emiliano Stefanini, portavoce del comitato “No megadiscarica”, al comunicato stampa scritto dal vice sindaco di Allumiere, Daniele Annibali.
Il comitato è indignato del voltafaccia del braccio destro di Battilocchio che si era sempre detto contrario al progetto, anzi precisamente era all’oscuro di tutto come il resto del consiglio comunale.
Stefanini poi ci tiene a precisare che la delibera approvata è solo il frutto di un duro lavoro svolto dal Comitato e dalle Associazioni ambientaliste, che hanno fatto forti pressioni sul consiglio e permesso così il dietro front del progetto«Deludente il comportamento del vice sindaco solo per salvare la faccia» commenta il portavoce del comitato, reputazione un po’ difficile da salvare visto le testimonianze sia dei cittadini e dei membri del comitato che affermano di aver sentito il sindaco Battilocchio cinque minuti prima dell’inizio del consiglio continuare a chiedere che nella delibera venisse scritto che la struttura doveva accogliere 30 mila tonnellate l’anno di rifiuti e che fosse omessa la parola “aerobico”, così da avere la possibilità in futuro di poter costruire un digestore.
La credibilità di Battilocchio si è frantumata del tutto durante la riunione in cui continuava a ripetere che erano stati i Comitati a voler rimandare la conferenza dei servizi finché non fosse stato trovato un sito alternativo per il dopo Malagrotta, affermazione prontamente smentita da “No megadiscarica”, che anzi ha fatto e sta facendo di tutto pur di convocarla.
La battaglia del comitato non è ancora finita, infatti lunedì sono state consegnate le osservazioni alla sezione ambiente della Regione.

E pure Tolfa si confermò contraria al digestore

Questa discarica non sa da fare.
Il consiglio comunale di Tolfa ha detto “no” al mega digestore.
Il sindaco Landi e soci hanno approvato la delibera che era già stata presentata e accettata all’unanimità ad Allumiere.
Durante la riunione del fine settimana, il comitato No Megadiscarica, invitato dal sindaco a partecipare al consiglio, ha presentato di nuovo tutti i dati e le prove del perché questa struttura è completamente illegale e nociva per il territorio.
All’unanimità è stata approvata la delibera che prevede di rigettare del tutto il progetto della Renerwaste e che venga invece costruita una struttura ridimensionata alle esigenze dei comuni del comprensorio e soprattutto fuori dalla Zps.
Il documento verrà allegato alle osservazioni raccolte dai vari membri del comitato e verranno presentati alla presidenza e all’assessorato all’ambiente della regione Lazio, alla presidenza e all’assessorato all’ambiente della provincia di Roma, ai comuni e alle università agrarie del comprensorio.
Come è già successo a Tolfa e ad Allumiere, la speranza dei comitati è che le grandi istituzioni, grazie alle evidenti prove presentate, rinuncino del tutto al progetto della mega discarica nel territorio di Allumiere.
FL. DON.

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: