Le falsità del Sindaco Battilocchio – La posizione del Comitato:

Esponiamo la posizione del Comitato in merito ai fatti incresciosi avvenuti durante la commissione ambiente del Comune di Allumiere.

Il dott. Mauro Mocci è stato vittima, insieme ad altri, di una aggressione verbale e fisica da parte del Sindaco Battilocchio, solo per avere pubblicamente e democraticamente espresso in modo tecnico-scientifico, il dissenso per questo progetto (Mega Digestore per la produzione e la combustione di gas metano), ennesimo attacco a questo territorio già fortemente gravato da impianti inquinanti.

L’intervento del dott. Mocci era atto ad illustrare i rischi per la salute dei cittadini e dell’ambiente tutto.

Ci auguriamo che il vero e grosso problema, cioè l’insediamento dell’impianto di gestione dei rifiuti (peraltro in Zona a Protezione Speciale) e del rischio, non ancora scongiurato, della mega discarica di Roma, non venga, da parte del Sindaco, soffocato con questa plateale messa in scena della presunta aggressione.

Tutti i presenti sono pronti a testimoniare la realtà dei fatti avvenuti  ed a fare emergere l’integrità morale del dott. Mocci in contrapposizione alla falsità del Sindaco.

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

2 Responses to Le falsità del Sindaco Battilocchio – La posizione del Comitato:

  1. Sergio Marchetti says:

    Mi meraviglio che vi meravigliate per il comportamento del sindaco Battilocchio!
    Se dovessimo partire dal presupposto che “…chi più ne ha, più ne metta.” Dovremmo risalire a quanto “ne aveva e quanto ne ha messo” chi a suo tempo lo ha votato per dargli quel posto di comando. Purtroppo le falsità di un politico, non si evidenziano solo in alcuni momenti più o meno eclatanti e vergognosi del suo mandato, ma, volendole cercate con attenzione, ne troveremmo almeno una al mese per anni, solo confrontando quanto ha promesso a tutti in campagna elettorale e quanto ha poi mantenuto nei comportamenti e nei fatti (compresa e soprattutto la solita promessa di TUTTI, di “fare SEMPRE E COMUNQUE, gli interessi dei suoi concittadini” ).
    Purtroppo in certi casi non basta più nemmeno il buon senso o le mille prove scientifiche, che dimostrato, al di la di ogni dubbio, che tutto ciò che brucia inquina! Compreso l’”inecologico” gas che viene prodotto dagli altrettanto “inecologici” biodigestori che lavorano per produrre l’inquinante combustibile finale.
    Per bloccare questa farsa, che sembra la fiera delle falsità e dell’assurdo (fino ad un certo punto, perché visti i milioni che girano, probabilmente esiste una piena coscienza e conoscenza), non basta neppure chiamare in causa la Magistratura, la quale dovendosi attenere alle leggi, dichiarerà che “non è reato uccidere i cittadini per avvelenamento (qualcuno dirà che forse è un grande favore che viene fatto all’INPS che risparmierà sulle pensioni), purché il veleno usato sia nella quantità prevista dalle leggi vigenti”, quindi tutti i Sindaci e Amministratori a vari livelli fino al Governo, potranno continuare ad autorizzare avvelenamenti e gassificazioni di massa, non curandosi minimamente che esistono vari mezzi tecnici ed economici per evitare tutto ciò, dei quali conoscono da tempo esistenza, possibilità e vantaggi.
    Sergio Marchetti
    rsumarchetti@gmail.com
    349.7262025

  2. Marcello says:

    Ho letto la precisazione dell Comitato e non ho alcun dubbio che i fatti esposti siano così come vengono riportati, Devo purtroppo lamentare che la realtà raccontata dai media volge nella direzione opposta ed è necessario quindi che anche questa versione debba essere rappresentata in modo altrettanto vigoroso per raggiungere un più vasto pubblico. Non solo relegato a questo ambito “ridotto” e specialistico del web. Una considerazione che mi viene spontanea è: il problema ha dei confini molto più estesi che non riguardano solo Allumiere ma una area assai più estesa che va assai oltre i comuni limitrofi. Uno tra questi è Civitavecchia. Ma allora che pensano civitavecchiesi che il problema non li riguarda? Quanto vogliono rimanere ancora in panciolle? Ci mettessero l’impegno che serve per allontanare tale pericolo.
    Per ultimo, perché oltre ai dati che ci fornite per dimostrare la negatività che comporterebbe qualsiasi tipo di discarica, non cercate di fare delle ipotesi del perché tanto accanimento nel perseguire questo disegno da parte del Sindaco di Allumiere? Perché non gli si chiede che vantaggi ne ricaverebbe Allumiere che lui rappresenta? La sua scelta avrebbe ricadute anche per tutti i comuni che gli stanno intorno. Ma a lui, che cosa gli interessa per spendersi con così tanto impegno civile? Quali sono le ragioni? Pensa di andarsene ad abitare da qualche altra parte? Mi viene spontanea una battuta. Forse punta ad un mezzo busto bronzeo che nella piazzetta del Comune di Allumiere i sopravvissuti alle ceneri della Centrale unite a quelle della discarica potranno ricordarsi a lungo il suo profilo? Va be’ scusate lo sfogo.

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: