Il Tempo – Roma – Clini: piano rifiuti fermo per colpa degli enti locali

Il Tempo – Roma – Clini: piano rifiuti fermo per colpa degli enti locali

Clini: piano rifiuti fermo per colpa degli enti locali

Il ministro dell’Ambientein commissione Ecomafie: il nostro Piano per Roma non è mai stato firmato.

l Piano per Roma sui rifiuti non è mai stato firmato e il ministero dell’Ambiente sulla scelta del sito destinato a ospitare la discarica provvisoria post-Malagrotta ha fatto un passo indietro a causa della litigiosità degli enti locali. Questa, in sintesi, l’audizione del ministro dell’Ambiente Corrado Clini in commissione Ecomafie. «Noi non siamo parte attiva nell’identificazione del sito – spiega Clini – perché riteniamo che il contesto nel quale si sta operando a Roma non è chiaro dal punto di vista dei ruoli delle diverse istituzioni. Ci siamo trovati in forte imbarazzo». Clini accusa gli enti locali di troppa litigiosità, non risparmiando critiche a Roma Capitale, Provincia e Regione: «Dopo che ci è stato chiesto aiuto e ci sono stati consegnati i sette siti della Regione, nel momento in cui avevamo cominciato a fare questo esame, e senza renderne pubblici i risultati, ci siamo trovati di fronte a progressivi veti da parte della Regione e degli altri enti locali. Questo ci ha chiarito quale era il contesto in cui questa situazione si stava sviluppando. È una partita che impedisce di prendere decisioni». Clini ammette inoltre che «oggi ci troviamo senza risposte» alla procedura d’infrazione dell’Ue su Malagrotta, su altre discariche laziali e sul «deficit impiantistico»: «Gli strumenti che abbiamo a disposizione non ci permettono di dare una risposta. A oggi non c’è soluzione che risolva la procedura d’infrazione in corso. Sono molto preoccupato circa la possibilità di rispettare l’obbligo di legge». Clini poi ipotizza di cambiare l’ordinanza che assegna i poteri commissariali per l’emergenza a Roma: «L’ordinanza è concepita in maniera tale che c’è il prefetto-commissario che dovrebbe individuare una soluzione e la Regione dovrebbe attuarla, in quanto soggetto attuatore. Ma vi rendete conto che il conflitto evidente tra gli enti locali rende la situazione delicata». Clini poi punta l’indice anche contro i governi degli ultimi vent’anni, responsabili dell’attuale emergenza rifiuti a Roma: «Quello che mi colpisce è che si è ritenuto che questa situazione potesse continuare, senza intervenire». Clini poi dice di non sapere nulla dell’ipotesi di collocare la discarica a Quarto della Zolforatella, una cava al confine tra il Comune di Roma e quello di Pomezia. Il ministro infine ribadisce il divieto di collocare in discarica rifiuti non trattati e la necessità di completare il ciclo. Sul Piano per Roma Clini è lapidario: «Non è stato firmato. Da Comune, Provincia e Regione non ci è tornata indietro alcuna firma, ci è stata data solo una generica disponibilità».

Daniele Di Mario

03/07/2012

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: