CIVONLINE – Un progetto di compostaggio nella zona industriale di Allumiere

CIVONLINE – Un progetto di compostaggio nella zona industriale di Allumiere.

l comitato anti discarica collinare lancia un nuovo allarme per il territorio Ma non solo. Per il Malagrotta bis in ballo Pizzo del Prete e il sito militare di Santa Lucia

ALLUMIERE – In collina il comitato anti discarica è sul piede di guerra. «La scorrettezza, l’incapacità, l’emergenza, i commissariamenti, le deroghe, gli affari per pochi, anziché una corretta gestione dei rifiuti è quello che sta caratterizzando le istituzioni in questi giorni in tema di discarica. E’ ora di smetterla e di ribellarci a questa paradossale situazione – scrivono dal Comitato anti discarica, Emiliano Stefanini e Pino Gori – è da troppi anni che questa vicenda dei rifiuti invece di essere affrontata seriamente attraverso la differenziazione, il recupero e il riutilizzo dei rifiuti è stata lasciata in mano all’imprenditore dei rifiuti laziali che non ha fatto nient’altro che realizzare contro le normative vigenti la più grande discarica d’Europa e qualche inceneritore. Malagrotta va chiusa da anni e invece di intraprendere la differenziata si sta cercando l’ennesimo sito per la realizzazione di una nuova discarica transitoria. Sembra chiaro che il nuovo sito che ospiterà i rifiuti indifferenziati di Roma per i prossimi due anni sarà Monte Carnevale o Monti dell’Ortaccio e nel frattempo la costruzione di un enorme centro per la lavorazione dei rifiuti, purtroppo sembra indirizzato o a Pizzo del Prete (Fiumicino) o presso il Centro NBC di Santa Lucia (Allumiere)». Da Allumiere il Comitato anti discarica fa sapere che sono fortemente preoccupati a causa «delle recenti dichiarazioni contraddittorie del sindaco di Roma, Alemanno come quelle del ministro all’Ambiente Clini che annuncia decreti legge per la realizzazione delle nuove discariche in zone Militari e l’incenerimento dei rifiuti nelle centrali termoelettriche e nei cementifici». In particolare viene evidenziato che «Siamo molto preoccupati per le notizie che ci giungono dalla Provincia di Roma riguardo un grande progetto di compostaggio da insediare nella zona industriale di Allumiere. Dalle informazioni in nostro possesso la quasi totalità della zona industriale del Comune di Allumiere è su proprietà privata sottoposta a procedimento fallimentare e pignorata da un istituto bancario; esiste poi l’unica delibera di iniziativa popolare approvata dall’amministrazione comunale di Allumiere e sposata pubblicamente dall’assessore all’Ambiente della Provincia di Roma Michele Civita, dove ci si impegna a non discutere di tali progetti fino a quando non sarà scongiurato il pericolo discarica allo Spizzicatore. Ora procederemo immediatamente a chiedere ufficialmente a tutte le istituzioni coinvolte per avere delucidazioni in merito a questo atteggiamento scorretto e intellettualmente disonesto». (Rom. Mos.)

(29 Mag 2012 – Ore 20:17)

Info Admin Antidiscarica
Amministratore del BLOG del Comitato NO MEGADISCARICA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: